Installazione Wordpress, Creare un sito WordPress – Introduzione e installazione, Purring Overload

Introduzione e installazione

da | Ott 7, 2019 | Web Design, Wordpress | 0 commenti

Come primo articolo di questo strano blog, propongo banalmente una guida all’installazione di WordPress. Si lo so benissimo, argomento trito e ri-trito, ma devo fare pratica, inoltre ho dovuto spiegare così tante volte questo procedimento che ormai mi esce dalle orecchie! Alla prossima occasione potrò inviare semplicemente un link.

 

Cos’è WordPress?

Non voglio riempirvi di paroloni, detto terra terra: WordPress è un programma gratuito (CMS) che ti permette di creare siti web e blog.

La sua forza?
È semplice da usare per chiunque abbia un minimo di praticità con l’internet o il computer. Non mi dilungo oltre, non voglio annoiarti, se sei qui è perché lo vuoi installare.

N.B. Io parlo del programma che si scarica da wordpress.org non della piattaforma wordpress.com. Quest’ultima comunque offre un servizio basato sullo stesso programma con vari piani a pagamento ed una versione free, ma non me ne interesso in quanto piuttosto limitata.

Di cosa hai bisogno?

La lista della spesa è corta, ti servono i file di WordPress (gratuiti e scaricabili dal sito ufficiale wordpress.org), un hosting con database annesso e un client FTP per caricare il tutto on-line. Se hai già il materiale salta questo step, altrimenti qui approfondisco i punti della lista.

> Ho già tutto.

1. Hosting & database MySql

> Guida Hosting

Un sito web qualsiasi per essere visibile da chiunque abbia una connessione internet, ha bisogno di uno spazio nel web in cui essere ospitato. Questo spazio è dato tramite un servizio che si chiama hosting.
In particolare per ospitare un sito costruito con WordPress, bisogna avere anche un servizio database annesso.

In base a quello che vuoi fare puoi valutare un hosting gratuito, a pagamento, o addirittura evitare di usare un servizio ed creare un server locale (all’interno del tuo computer). In ognuno di questi casi il procedimento cambia in qualche dettaglio.Qui propongo una lista dei servizi che ho testato con pro e contro.

> Guida Hosting

Se invece vuoi solo fare qualche esperimento o testare il tuo sito prima di comprare, segui questo link, ti spiegherò come creare un server con database all’interno de tuo pc, è veramente semplicissimo.

N.B. Se acquisti un “sito” per la prima volta fai attenzione a non comprare soltanto il dominio ma anche l’hosting, equivarrebbe a comprare solo l’indirizzo di una casa senza lo spazio per costruirla.

Hosting

Servizio che offre uno spazio (in un database) che contiene il sito, è collegato ad un dominio (indirizzo del sito per capirci). Per far si che funzioni con WordPress, dobbiamo avere anche un database collegato.

Dominio

è semplicemente l’indirizzo del sito. Quello che si digita nella barra del browser (es. il dominio di questo sito è https://www.purringoverload.it).

Database

Tabella dove sono organizzati i dati del tuo sito. In pratica nel dominio si carica il programma con struttura e layout e nel database i contenuti.

2. WordPress – File di installazione

Sopra il link alla pagina ufficiale, dove scaricare lo .zip contenente i file di installazione di WordPress gratuitamente.

Installazione Wordpress, Creare un sito WordPress – Introduzione e installazione, Purring Overload

N.B. Si scarica da wordpress.org non c’entra con piattaforma wordpress.com. Quest’ultima comunque offre un servizio basato sullo stesso programma con vari piani a pagamento ed una versione free, ma non me ne interesso in quanto piuttosto limitata.

3. Client FTP 

Sopra il link alla pagina ufficiale da cui scaricare il programma FileZilla gratuitamente. Mi raccomando di scaricare la versione Client corretta per il proprio sistema operativo. Una volta scaricato il file .exe installiamolo. 

Installazione Wordpress, Creare un sito WordPress – Introduzione e installazione, Purring Overload

Client FTP

è un programma che si interfaccia con lo spazio del tuo sito. Ti permette di caricare i dati al suo interno.

Procedimento

1. Upload dei file

Avviamo il programma FileZilla ed inseriamo i dati del nostro sito: Host, Nome Utente, Password e Porta. Se hai dei dubbi, normalmente l’host è ftp.tuosito.it, il nome utente e la password saranno probabilmente quelli usati per accedere al portale dove hai comprato il sito e la porta 21. Se qualcosa non va, consiglio di guardare la documentazione del proprio Hosting. A volte è necessario creare un utente FTP per potersi collegare.

Una volta connesso tramite FTP, troverai delle cartelle che cambiano a seconda del tuo Hosting. Bisogna identificare la root ovvero la cartella radice che dovrebbe contenere un file chiamato index.html. La root può chiamarsi in diversi modi, alcuni esempi: www; www.nomesito.it; public_html etc.).
Decomprimi il file .zip di WordPress, e trascina il contenuto della cartella, nella nostra root. Attenzione, solo i file all’interno della cartella chiamata ‘wordpress’, saranno 3 cartelle il cui nome inizia per ‘wp-‘ e un po’ di file singoli.

 

2. Creazione Database

Mentre aspetti il trasferimento dei file FTP puoi approfittare e creare il database che ospiterà i dati del nostro sito.

Alcuni servizi di hosting lo preparano già al posto dell’utente e trasmettono le credenziali per mail o nel pannello di controllo al momento dell’acquisto dello spazio. Se nel tuo caso è andata così, puoi passare allo step successivo. 

Per creare il database bisogna accedere al pannello di controllo dell’hosting e normalmente da li a PHPMyAdmin in genere segnalato con la voce “database MySQL“, potrebbero servire ulteriori credenziali per l’accesso (fornite in precedenza dal provider).

Questo dovrebbe essere più o meno ciò che ti troverai davanti. Click su New.

Installazione Wordpress, Creare un sito WordPress – Introduzione e installazione, Purring Overload

Inserisci un nome coerente con il tuo progetto e scegli la codifica: se non sei sicuro lascia quella di default , sta a indicare la famiglia di caratteri utilizzati. Fatto ciò click su Create.

Bene hai il tuo bel database, annotati questi dati, ne avrai bisogno tra poco:

    1. Nome del database (appena creato)
    2. Nome utente del database (Lo stesso che si usa per accedere a PHPMyAdmin)
    3. Password del database (Lo stesso che si usa per accedere a PHPMyAdmin)
    4. Host del database (50% dei casi è localhost, in alternativa è specificato nel pannello di controllo o nella documentazione dell’host).
Installazione Wordpress, Creare un sito WordPress – Introduzione e installazione, Purring Overload

3. Installazione di WordPress

Il grosso è stato fatto! Ora manca l’installazione. Abbiamo la possibilità di eseguire la versione manuale (più veloce, ma va a toccare il codice) o quella guidata, molto semplice e ben spiegata dallo stesso wordpress. Se la seconda riscontra problemi la soluzione può essere la prima. In ogni caso le spiego entrambe.

Installazione guidata

apriamo in nostro sito su un browser (con l’indirizzo acquistato), apparirà questa schermata che riassume cosa serve per procedere (indicato anche poco più sopra) e cosa fare in caso di problemi. Consiglio di dare una letta veloce e una volta pronto clikck su Iniziamo!

Installazione Wordpress, Creare un sito WordPress – Introduzione e installazione, Purring Overload

Inserisci i dati annotati prima (qua) e premi Invia. Se sono corretti arriverai alla schermata di avvio dell’installazione effettiva. Quindi Avvia l’installazione.

Installazione Wordpress, Creare un sito WordPress – Introduzione e installazione, Purring Overload

Ci siamo, ora decidiamo il titolo del sito e le credenziali per accedervi. Mi raccomando di creare una password minimamente pensata, è facile che qualche malintenzionato riesca a venirne a conoscenza con BOT appositi. Segna la casella di controllo solo se non vuoi che i motori di ricerca indicizzino il sito. Nella schermata successiva click su login.

Installazione Wordpress, Creare un sito WordPress – Introduzione e installazione, Purring Overload

 WOW il sito è creato!!! Non ti resta che accedere. La prossima volta che vorrai entrare nel pannello di controllo dovrai digitare /wp-admin dopo l’indirizzo del tuo sito.

Installazione Wordpress, Creare un sito WordPress – Introduzione e installazione, Purring Overload
Installazione manuale

L’installazione manuale è più rapida. Nell’insorgere di errori nell’istallazione guidata, questo procedimento potrebbe risolverli.
L’unico inghippo è che bisogna mettere mano al codice, ma niente paura, è veramente semplice.

N.B. Nonostante sia consigliato un programma apposito l’editing dei file PHP, possiamo benissimo farne a meno per il poco che dobbiamo fare. 

Apri il file wp-config-sample.php tramite FTP come in figura.

Installazione Wordpress, Creare un sito WordPress – Introduzione e installazione, Purring Overload

Apri il file scaricato se non si è già aperto da solo. Non farti spaventare dal codice che vedi, bisogna soltanto sostituire 4 valori con le annotazioni di prima. Ci interessa soltanto una parte del codice della pagina, lo riporto qui sotto. Recupera le annotazioni riguardo al database prese in precedenza e sostituisci i valori.

 

‘nome_del_database_qui’ = Nome del database creato prima
‘nome_utente_qui’ = Nome utente del database
‘password_qui’ = Password del database
‘localhost’ = Host del database

N.B. Fai moltissima attenzione a non modificare nessun’altra parte del codice e mantieni gli apici (le virgolette attorno ai valori ‘ ‘ ).
N.B. Se hai problemi o non ricordi come ottenere i valori rileggi il paragrafo sulla creazione del Database.

Salva e trascina il file nell’FTP sostituendo il precedente (salvando il documento Filezilla dovrebbe chiedere conferma alla sostituzione). Fatto ciò rinomina wp-config-sample.php in wp-config.php.

Apri il sito e dovresti trovare questa schermata.
Decidi il titolo del sito, le credenziali per accedervi e compila i campi. Mi raccomando di creare una password minimamente pensata, è facile che qualche malintenzionato riesca a venirne a conoscenza con BOT appositi. Segna la casella di controllo solo se non vuoi che i motori di ricerca indicizzino il sito.

 Il sito è creato!!! Non ti resta che accedere digitando /wp-admin dopo l’indirizzo ed iniziare a lavorarci!

Conclusione

Spero questa mia guida ti sia stata utile e perchè no? Anche che ti sia divertito ad installare WordPress! Se hai avuto qualche difficoltà nell’utilizzo o se hai qualche consiglio, non esitare a farmelo sapere in un commento quì sotto o semplicemente contattandomi.

Installazione Wordpress, Creare un sito WordPress – Introduzione e installazione, Purring Overload

SarakkaH

web developer

Appassionata di internet e videogiochi dagli anni '90. Disegna e spiegazza carta tutto il giorno. Amante dei gatti e del cibo ludro. Non distingue la destra dalla sinitra, ma poco le interessa visto che è estremamente positiva.

Pin It on Pinterest

Share This